domenica 4 ottobre 2015

I casali dell'"Università" baronale di Traetto.


Tremensura 1963 (Tremensuoli)


Polcarino (Pulcherini)

Tremensuoli, Vico Gelso
La terra di Traetto tiene nel suo territorio quattro casali. Il primo dalla parte di levante, chiamato il casale del Tufo, distante da essa circa mezzo miglio, è situato sopra ad una collina; consiste in alcune habitazioni, per mezzo le quali vi è una strada con la chiesa a tetti sotto il titolo di san Lonardo, dal quale casale si ha la veduta del mare, et l'habitanti sono tutti campieri. Due altri casali sono dalla parte verso tramontana. Il primo chiamato di santa Maria dello Levano è distante da un miglio e mezzo dalla strada che va a Spigno e Fratte. Al principio se ritrova una chiesa coperta a tetti con due altari dell'istesso nome di santa Maria dello Levano, nella quale si celebra la messa ogni festa, e poco più avanti sono davanti case poste dall'una e l'altra parte della strada. Per distanza de circa mezzo altro miglio se ritrova l'altro casale detto de Polcarino, situato in luogo sollevato con un vallone dalla parte di levante, et uno altro verso ponente, circondato da boschi di cerque (querce), nel quale sono da dodici case, e l'habitanti nel giorno di festa vengono alla suddetta chiesa di santa Maria a sentire la messa. Li cittadini di detti casali sono tutti pastori e fanno il campo et anco carboni; le donne filano, tessono e faticano nelli territorij, vanno malamente vestite, e quasi tutti mangiano pane di grano d'India. Il quarto casale detto di Tremensura (il più antico), posto dalla parte di ponente, distante da detta terra di Trajetto circa un miglio, situato alla falda d'una collina in luogo aperto e declive, dal quale si ha la veduta del mare, consiste in case terranee, con alcune camerette sopra tutte coperte a tetti; vi è una strada che divide l'habitazioni, e nella parte superiore vi è una chiesa a lamia con il quadro della Madonna del Rosario, e li cittadini quasi tutti sono campieri.
Angelo De Santis

Nessun commento: