lunedì 26 agosto 2019

Pasquale D’Acunto: “Una storia da corridore….”.




Pasquale D’Acunto, tremensuolese doc inizia a correre su strada nel 2010 con la società “Olimpic Marina” di Marina di Minturno, percorrendo distanze massime di circa 10 km. allenandosi sul lungomare di Scauri circa due/tre volte la settimana per un massimo di 50/55 minuti. Con il primo esordio nella 3ª edizione del “Don Marchetta” e continuando a fare gare di società nei comuni limitrofi della provincia di Latina e Frosinone. Nel 2011, esattamente l’11 settembre, insieme con altri due grandi atleti (Giuseppe Vellucci e Riccardo Palma), si avventura a partecipare al “Trail dei Pionieri del Gran Sasso in Abruzzo percorrendo per la prima volta in assoluto la distanza di 50 km quasi da incosciente, infatti la distanza percorsa in allenamento da Pasquale fino ad allora era stata al massimo il lungomare di Scauri andata e ritorno (7.2 km). A distanza di qualche anno inizia a distaccarsi dalla corsa su strada per dedicarsi esclusivamente a gare “Trail”, spinto ancora di più dalla bellezza unica dei nostri Monti Aurunci dove andava e va tutt’ora ad allenarsi con i suoi amici. Nell’aprile del 2013 si è disputato il Trail dei Monti Aurunci (edizione zero) con partenza da Spigno Saturnia a Maranola di una distanza di 19 km e 1.200 metri. Il 28 settembre del 2014 invece D’acunto ed i suoi amici hanno organizzato “L’Ultra Trail degli Aurunci” con una distanza di 50 km con partenza da Maranola arrivando a Spigno Saturnia e tornando a Maranola con circa 50 partecipanti e con la partecipazione straordinaria di Marco Olmo, campione mondiale di corsa in montagna. IL “Trail Running” è una specialità della corsa a piedi che si svolge in ambiente naturale, su sentieri, non importa se in montagna, deserto, bosco, pianura o collina, con tratti di asfalto limitati che, al massimo e in ogni caso, non devono superare il 20% del totale della lunghezza del percorso. Le gare di “Trail Running” con un percorso di lunghezza inferiore ai 42 km sono definite “Trail” e sono caratterizzate in genere da dislivelli che si aggirano sui 3.000 metri (positivi e negativi). Le gare di “Trail Running” il cui percorso superi i 42 km e/o i 4.000 metri di dislivello positivo/negativo, sono genericamente definite “Ultra Trail”. “Endurance “Trail: Si tratta di competizioni che si svolgono su lunghezze vicine o superiori al 320 km circa con dislivelli positivi/negativi superiori, anche di molto, ai 10.000 metri. È invalso l'uso di riferirsi a questo tipo di competizioni anche con il nome di Endurance Trail (Trail di resistenza). La disciplina del Trail Running negli ultimi anni ha avuto un importante sviluppo con un aumento esponenziale sia di appassionati che di competizioni. È quindi difficile stilare un elenco di avvenimenti sportivi correlati quando sono numerose le competizioni che si avvicendano, spesso nell'ambito del medesimo evento e molte volte cambiando la nomenclatura di riferimento di edizione in edizione, a seconda dello sponsor o dell'organizzatore. Numerosi sono i casi in cui, ad una iniziale competizione cui sia stato riconosciuto un buon successo di partecipazione, si siano affiancate nel tempo altre gare più o meno lunghe a seconda dei casi, trasformando quella che era nata come una gara di Trail in un evento sportivo composto da più gare a volte multidisciplinari. Tranne che per le gare con una tradizione più consolidata, chilometraggi, dislivelli e percorsi vengono spesso adeguati da un'edizione all'altra per assecondare le richieste di una platea di appassionati in costante crescita. Ad alcune di queste gare di importanza storica e a livello internazionale, si può partecipare soltanto ad estrazione alla quale per poter accedere l’atleta deve essere in possesso di un punteggio ottenuto dalla chiusura di alcune gare cosiddette qualificanti. Pasquale D’Acunto di Tremensuoli, tra le innumerevoli manifestazioni podistiche cui ha partecipato ricordiamo: Ecotrail Serra di Celano (L’Aquila) nel luglio 2012 distanza 43 km, Il Quadrifoglio (Val di Taro) 110 km nel 2013, Ronda Ghibellina Trail gennaio 2015 con 44 km, Trail del Cinghiale nel 2015 con 44 km, Sulle Strade di san Francesco di 103 km nel 2016 in Val d’Orcia, La China Francigena, UTMB (Ultra Trail del Monte Bianco) alla quale ha partecipato alla competizione “media” TDS di 119 km e 7200 metri nel 2017 chiudendola con 31h e 47minuti, Morenic Trail (Corri sulle orme del ghiacciaio) di 119 km e 2500 metri, Ultra Trail del Chianti nel marzo 2019 con 74 km, Ultra Trail Via degli Dei (Bologna-Fiesole) in aprile 2019 con 125 km ed ultima, in ordine di tempo, la Lavaredo Ultra Trail del 28 giugno scorso con una distanza di 120 km e 5800 metri. Pasquale D’Acunto è un runner nostrano che da Tremensuoli parte per scoprire nuovi percorsi, immersi nella natura, ogni volta che il lavoro lo permette e capita molto spesso di vederlo in azione sul territorio del golfo di Gaeta. Noi tutti siamo onorati nel sapere che la “Piccola Parigi” ha un suo atleta che dà onore all’antico borgo ed al quale auguriamo sempre più grandi successi, grazie ai suoi piedi instancabili che sembrano volare quando si trova sui monti e le colline di tutta Italia.

giovedì 9 maggio 2019

La Regina Elena di Savoia, nel 1937, inaugurò la prima scuola materna a Tremensuoli.



Nel 1928, fu costruito a Scauri, per volontà del Ministro della Pubblica Istruzione, Pietro Fedele, in una zona depressa e povera di strutture ad accogliere ed educare i bambini in età prescolare, un edificio che dfu chiamato “Casa dei bambini”, inaugurato nel 1930, dallo stesso Fedele, insieme con la Regina Elena di Savoia, il direttore generale dell’istruzione primaria Santini, il provveditore Solimei e da Maria Montessori che dichiarò che la casa dei bambini di Scauri era tra le più belle tra quelle che aveva visitato nel mondo. A questa prima “Casa del bambini”, in Via Pecorini, dedicata ad Angiolella di Luigia (Angela Conte), madre del Fedele e destinata ad accogliere i figli degli operai di Scauri, seguì un altro progetto per un edificio simile destinato a Tufo, ma una serie di circostanze negative ne impedirono la realizzazione. Nel comprensorio comunale di Minturno furono anche costruiti gli asili di Tremensuoli, in Via Orticelle (ora abitazione privata) e di Santa Maria Infante, andato distrutto durante una battaglia per la liberazione della linea Gustav, altri esempi di signorilità semplice ed artistica, che nel 1937 ebbero l’onore anche’essi di una visita da parte della Regina Elena di Savoia, moglie del Re Vittorio Emanuele, Principe di Napoli e dal 1900 Re d’Italia e madre del futuro Re Umberto. La “Casa dei bambini” di Scauri fu realizzata dall’architetto Mario Egidi De Angelis con il contributo artistico ed organizzativo di Duilio Cambellotti ed il coordinamento di Alessandro Marcucci. Bisogna a questo punto che l’amministrazione comunale abbia un occhio di riguardo per la nuova scuola materna di Tremensuoli in Piazza Bergantino, sia per l’attenzione che nel 1937 ebbe la regina Sofia con la sua visita a quella di Via Orticelle, sia perché il fabbricato è testimonianza di un’architettura semplice e funzionale, da non lasciare all’incuria del tempo e dove sono cresciuti ed hanno socializzato i nostri padri e molti di noi, tra cui il sottoscritto.

mercoledì 2 gennaio 2019

venerdì 28 dicembre 2018

Natale in armonia a Tremensuoli: Un grande successo.




Ancora una serata eccezionale a Tremensuoli, giovedì 27 dicembre, presso la chiesa di san Nicandro, con il concerto “Natale in armonia” della soprano Loredana Ferrante, accompagnata da Angella Foddanu al violino e da Silvio D’Alessandro al pianoforte. Sono state magistralmente eseguiti brani della tradizione natalizia ed un omaggio al maestro Ennio Morricone, i presenti in chiesa hanno applaudito a lungo la soprano Ferrante e gli accompagnatori, che sono stati in grado di creare una magica atmosfera natalizia; a seguire la degustazione di piatti tipici locali con le famose salsicce paesane (e broccoletti) offerte dalla macelleria “Carmine Caiazzo” di Scauri, fagioli, ceci, zeppole, lupini, pizza, vino e vin brulé, è stata un successo inaspettato. Tanto il lavoro delle donne di Tremensuoli che hanno permesso l’ottima riuscita della serata in Piazza Capo Trivio, con la gradita partecipazione dell’assessore D’Acunto, oltre la presenza di numerosissimi estimatori della “Piccola Parigi”, nonostante il freddo pungente. Un ringraziamento all'associazione "Passioni e passatempo" che ha installato in piazza alcuni gazebo per un interessante mercatino con moltissimi lavori artigianali. Tante altre sorprese attendono i tremensuolesi nel corso del 2019, considerato il ritrovato senso di comunità tra i residenti. Con l’occasione si ringraziano i cittadini di Tremensuoli che hanno addobbato la propria strada con luci, nastri colorati, fiocchi, ghirlande, e che hanno dato allegria e gioia all’antico villaggio. Buone feste a tutti!

domenica 9 dicembre 2018

Feste natalizie 2018 a Tremensuoli, 16 dicembre - 6 gennaio 2019.


Finalmente anche a Tremensuoli un periodo natalizio all’insegna di eventi e manifestazioni che hanno lo scopo di dare gioia, allegria e serenità alla piccola comunità minturnese. Grazie al nuovo parroco della parrocchia di san Nicandro, don Alessandro Corrente, che grazie alla sua giovane età, al suo entusiasmo ed alla grande fede, sta cercando di aprire i cuori dei tremensuolesi, e ci sta riuscendo alla grande. Il consiglio pastorale parrocchiale, in collaborazione con il comitato di quartiere (CdQT), l’osteria Zio Dante ed il CO.S.MO.S, il patrocinio immancabile ed il supporto fondamentale del comune di Minturno, con l’appoggio della locale Pro Loco presentano una serie di eventi per i residenti ed i simpatizzanti della “Piccola Parigi”. S’inizia domenica 16 dicembre, alle 18:15, con il “CantaNatale”, un piccolo concerto natalizio realizzato dai bambini del catechismo presso il salone parrocchiale della chiesa del Sacro Cuore. Mercoledì 19 dicembre il “Natale al belvedere”, dalle 17 il mercatino di Natale (a cura della Pro Loco), dalle 18 la tombolata in Piazza Capo Trivio (a cura del CO.S.MO.S.), alle 19 arriva Babbo Natale per i più piccoli e l’addobbo dell’albero di Natale offerto dalla azienda agricola “Vivaio Valerio” (Via Valle Farano, località Santa Croce, Formia), seguirà l’accensione delle luci natalizie della piazza ed infine, dalle 21, concerto di Andrea Taddeo presso l’osteria “Zio Dante”. Giovedì 27 dicembre, alle 18:30, presso la chiesa di san Nicandro, concerto “Natale in armonia” della soprano Loredana Ferrante, accompagnata da Angella Foddanu al violino e da Silvio D’Alessandro al pianoforte; seguirà una degustazione di piatti tipici locali con le famose salsicce paesane offerte dalla macelleria Carmine Caiazzo di Scauri, con fagioli, ceci, zeppole, lupini, pizza, vino e vin brulé, presente anche il mercatino di Natale dell'associazione "Passione e passatempi". Tante altre sorprese attendono i tremensuolesi nel periodo natalizio e non solo, considerato il ritrovato senso di comunità tra i residenti. Con l’occasione s’invitano i cittadini di Tremensuoli ad addobbare la propria strada con luci, nastri colorati, fiocchi, ghirlande, e quant’altro serva a dare allegria allo storico villaggio, almeno fino al giorno dell’epifania. Info: 3475912752. Buone feste a tutti!

domenica 4 novembre 2018

Il CdQT incontra il parroco di Tremensuoli, venerdì 9 novembre 2018.


Il Comitato di Quartiere Tremensuoli (CdQT), nell’esprimere la propria soddisfazione per l’arrivo di don Alessandro Corrente, quale parroco della parrocchia di san Nicandro e, considerato che da sempre, la chiesa è stata un punto di riferimento per la comunità collinare, ha chiesto un incontro con don Alessandro, a cui potranno partecipare tutti i residenti della frazione minturnese, per conoscere meglio il giovane sacerdote ed al quale proporre iniziative, sia religiose sia civiche, per far sì che la collettività riscopra il piacere di stare insieme, nel nome del santo protettore. Appuntamento venerdì 9 novembre, alle ore 21, nel salone parrocchiale della chiesa del Sacro Cuore a Tremensuoli. Ci auguriamo la presenza in massa dei tremensuolesi anche per mettere in pratica il messaggio di don Alessandro: La prima grande priorità sia quella di riformare il proprio cuore e di mettere da parte l’egoismo e la cattiveria”. Il compito degli abitanti di Tremensuoli è quello di rimboccarsi le maniche per unire le forze che dovranno avere un unico fine: Fare comunità e volersi bene, come facevano i nostri genitori ed i nostri nonni, tra tanta miseria e tanti sacrifici, ma l’amore per se stessi ed il rispetto del prossimo hanno creato le basi per il benessere dei giorni nostri, che dobbiamo sempre tener presente nei nostri cuori.

4 novembre 2018, Giorno dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate a Tremensuoli.





Il 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale - la Grande Guerra - un evento che ha segnato in modo profondo ed indelebile l'inizio del '900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.  In questa giornata si è ricordato, in special modo, tutti quelli che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e d’attaccamento al dovere: Valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi. Questo 4 novembre è un giorno importante per la storia d’Italia, la celebrazione del centenario dell’armistizio ricordato anche a Tremensuoli, dove sono state deposte due corone da parte dell’amministrazione comunale di Minturno: La prima presso la croce dei Padri Passionisti in Piazza Bergantino e l’altra al monumento della pace di Piazza Capo Trivio, alla presenza dell’assessore Pietro Nicandro D’Acunto, di autorità civili e militari, associazioni d’arma e don Alessandro Corrente che ha benedetto le corone.  Questa celebrazione ha un valore altissimo e non serve per ricordare una vittoria, ha affermato l’assessore D’Acunto, nel suo breve discorso, ma per esaltare il valore della pace ed il sacrificio di tutti quelli che hanno dato la vita per vivere in un mondo pacificato”.