lunedì 1 ottobre 2018

Don Alessandro Corrente è il nuovo parroco di san Nicandro a Tremensuoli.

don Alessandro Corrente

don Alessandro Casaregola
Domenica 30 settembre 2018 si è insediato il nuovo parroco di san Nicandro a Tremensuoli di Minturno. Don Alessandro Corrente, sostituisce don Alessandro Casaregola, che torna alla parrocchia dei santi Lorenzo e Giovanni battista in Formia. Don Corrente, classe 1989 é prete dal 2015, originario di Minturno; dopo il diploma di ragioniere ottenuto presso l’ITC “Filangieri” di Formia, ha svolto gli studi al seminario regionale di Anagni dove ha conseguito il baccalaureato in teologia mentre ha conseguito la licenza in teologia spirituale presso la Pontifica Università Gregoriana di Roma. È iscritto al corso di dottorato in teologia spirituale presso la Pontificia Facoltà “Teresianum” di Roma. Ha svolto il ministero pastorale come viceparroco al Salto di Fondi e nelle parrocchie di Itri. Don Alessandro condurrà una delle più antiche parrocchie della forania di Minturno e certamente riuscirà ad amalgamare la comunità tremensuolese che ha, da sempre, considerato il suo parroco come un punto di riferimento, anche per lo sviluppo della frazione collinare affinché ritrovi la dignità ed il rispetto che merita. A don Corrente va l’augurio di buon ministerio da parte dei cittadini di Tremensuoli, mentre a don Casaregola va il saluto ed il ringraziamento di tutti per aver curato la parrocchia di san Nicandro con spirito caritatevole e dedizione cristiana. I santi Nicandro e Sebastiano proteggano don Alessandro .

Paula Tartaglia cerca notizie sulla sua famiglia.

Nicandra Cappuccia

Alba, Antonio e Giuseppe Tartaglia

don Raffaele Bergantino

Mio padre ha detto che quest'uomo ha vegliato su di lui quando era giovane dopo la morte di sua madre. Il nome di sua madre era Nicandra Cappuccia che morì nel 1945. Gli fu data questa foto con la scritta sul retro quando venne in America dopo la morte di sua madre. Il nome di mio padre è Antonio Tartaglia. L'altra foto è di mio padre Antonio e suo fratello Giuseppe e nella foto si dice che il nome delle ragazze è Alda o Alba? Mio padre ha detto che era sua cugina. Mio padre disse che viveva a Scauri e menzionò anche Tremensuoli. Vedo su questa pagina il Sacerdote e le persone con nomi che ho sentito. Spero che qualcuno conosca una connessione.
My father said this man watched over him when he was young after his mother died. His mother's name was Nicandra Cappuccia who died in 1945. He was given this picture with the writing on the back when he came to America after his mother died. My fathers name is Antonio Tartaglia. The other picture is of my father Antonio and his brother Giuseppe and on the picture it said the girls name is Alda or Alba? My father said she was his cousin. My father said he lived in Scauri and he mentioned Tremensuoli too. I see on this page the Priest and people with names I have heard. I am hoping someone knows a connection.
Paula Tartaglia

lunedì 24 settembre 2018

L’antico orologio di Tremensuoli suona di nuovo.


L’orologio della chiesa di san Nicandro martire, a Tremensuoli, dopo mesi di silenzio è ritornato a scandire le ore della giornata. A ripristinare le sue funzioni è stato il Consiglio Pastorale Parrocchiale che, sollecitato più volte dal Comitato di Quartiere Tremensuoli (CdQT), si è dimostrato molto sensibile al recupero delle tradizioni locali. L’orologio, un simbolo di tempo e di storia, che ha scandito nei secoli l’evoluzione dell’umanità, ha avuto sin dalla sua invenzione, un ruolo sociale di spicco. Era all’orologio, appunto, che i popoli del passato facevano riferimento per le loro mansioni ed abitudini quotidiane. Col tempo questa tradizione è andata perduta e gli orologi storici delle torri campanarie sono oggi solo un punto di riferimento che attesta il passare delle ore quotidiane. Per tornare al punto di partenza, i tremensuolesi, da qualche giorno, hanno riavuto il loro orologio funzionante e possono sentire i rintocchi echeggiare per tutto il paese e direttamente nelle loro case. Esso è posizionato al centro della frazione minturnese, in Piazza Capo Trivio, sulla torre campanaria, accanto alla chiesa di san Nicandro.
Aurelio Carlino

martedì 21 agosto 2018

1^ edizione del “Tremensuoli Craftbeer Festival”. 24-26 agosto 2018.



Per la prima volta a Tremensuoli di Minturno, ci sarà il festival della birra artigianale, infatti, dal 24 al 26 agosto 2018, in Piazza Capo Trivio (San Nicandro), nell’antico borgo collinare, tre serate dedicate alla degustazione della bevanda più antica e diffusa del mondo. Il 1° “Tremensuoli Craftbeer Festival”  presenterà una selezione di birre artigianali offerte dai seguenti birrifici: Abk di Kaufbeuren (Germania), Brauerei Kundmüller di Viereth-Trunstadt (Germania), La Casa di Cura di Crognaleto (Teramo), Bibibir di Castellalto (Teramo), La Pirata di Súria (Spagna), BrewDog di Aberdeenshire (Regno Unito), Strubbe di Ichtegem (Belgio), Donkey Beer di Atri (Teramo), Zeta di Alboraya (Spagna), Jacob di Bodenwöhr (Germania), Strubbe di Ichtegem (Belgio), Opperbacco di Notaresco (Teramo), da degustare sullo splendido belvedere mentre si potrà ascoltare buona musica ed assaggiare le specialità di “Zio Dante”. L’evento fa parte di un progetto che intende rilanciare il territorio minturnese ed in particolare la frazione di Tremensuoli, per attirare in questi posti meravigliosi un turismo che apprezzi la salubrità dell’aria, la tranquillità, la cultura locale e la buona cucina. Il merito e l’organizzazione, per questa prima edizione, va allo staff dell’osteria “Zio Dante” che sta cercando di ridare dignità e visibilità ad un territorio spesso bistrattato e dimenticato. Media partner Radio Antenna Verde (RAV). Infoline: 3924787008.


domenica 12 agosto 2018

I Malerva live a Tremensuoli: Un successo.



La serata a Tremensuoli di Minturno di domenica 12 agosto, dedicata a san Nicandro è stata un successo. L’osteria Zio Dante, in collaborazione con il Comitato di Quartiere Tremensuoli (CdQT) e la Falegnameria Serao hanno offerto il concerto dei Malerva al santo patrono della frazione collinare minturnese. Il gruppo dei Malerva ha presentato brani popolari della tradizione del Lazio meridionale e della Campania, riscuotendo un grande consenso dal numeroso pubblico presente. La presenza sul palco di Piazza Capo Trivio dell’assessore Pietro Nicandro D‘Acunto, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, ha ricordato che fede e tradizione popolare vanno di pari passo e la partecipazione di tutti i cittadini è fondamentale, complimentandosi, infine con i Malerva per il lavoro certosino nel riportare alla luce canti che hanno accompagnato i nostri padri e nonni nel lavoro dei campi e nei giorni di festa. Un ringraziamento particolare a Maria che ha abbellito le strade dell’antico borgo, Rosinella per la disponibilità, a Tonino, Angelo, Mariano, Mario, Giuseppe, Aurelio, Nando, Claudio, Pino, per il sostegno morale e per aver  contribuito concretamente alla realizzazione di una magnifica serata che Tremensuoli aspettava da qualche anno. Con la buona volontà di alcuni e con fondi propri si riescono a realizzare eventi che possono dare nuova linfa ad una frazione da troppo tempo bistrattata, ma la collaborazione tra le varie forze presenti nel paesello è fondamentale per creare unione e dunque forza. La serata musicale ha avuto il patrocinio del Comune di Minturno, dalla Comunità Montana dei Monti Aurunci, dalla Pro Loco di Minturno che ha presentato il mercatino dell’artigianato in piazza. Media partner: Radio Antenna Verde e RTG-Telegolfo 810. Appuntamento alla Festa della Birra Artigianale che si terrà a Tremensuoli, presso l’osteria “Zio Dante” dal 24 al 26 agosto.