mercoledì 1 aprile 2015

La nuova toponomastica.





La nuova toponomastica del Comune di Minturno ha “colpito” anche il villaggio di Tremensuoli, infatti, alcune vie e piazze del borgo collinare sono state rinominate senza considerare le proposte dei residenti. Lo storico piazzale delle “Cappelle” è stato intitolato al parroco più rappresentativo di Tremensuoli, infatti, oggi si chiama Piazza Bergantino. Via Nuova, che collega Via Sebastiani a Piazza Bergantino, ora è diventata Via Cammarota (arcivescovo di Gaeta dal 23 giugno 1854 e nato a Traetto il 23 novembre 1809. Via Tremensuoli da Genzano è stata rinominata Via Cisterna Romana, sicuramente per la presenza della “grotte” a ridosso dell’omonima strada; anche Via Tremensuoli dal piazzale della stazione, il tratto da Via Monte San Luca a salire, è diventata Via Guglielmo Granata (storico maestro elementare a Tremensuoli, mentre il tratto che va dalla stazione ferroviaria al Monte san Luca ora è Via Cena (maestro che ha operato nell’agro pontino), infine, Via Tremensuoli (sotto le case), dove ci sono le scale fino alla nuova Via Orticelle (cooperative nuove) è stata dedicata ad un parroco degli anni trenta diventando Via Antonio Forte. Tutto ciò senza indicare la nuova toponomastica con adeguati cartelli e sicuramente creando disorientamento tra i cittadini tremensuolesi che ancora oggi sono all’oscuro dei cambiamenti voluti dall’amministrazione comunale. Dette strade e piazze sono visibili sulla nuova cartografia comunale del sito www.cartogiraffe.com cercando Minturno.

Nessun commento: